More
    HomeCulturaQuartu Sant'Elena, torna "Lollas"

    Quartu Sant’Elena, torna “Lollas”

    Pubblicato il

    Domani e domenica torna a Quartu ‘Lollas’, manifestazione nata in città negli anni Novanta e diventata ormai appuntamento fisso. Anche quest’anno apriranno i portoni tante case campidanesi, che ancor oggi contraddistinguono il centro città e che raccontano la dinamicità della società quartese del secolo scorso. La cultura si prende la scena, tra racconti di vita passata, buona musica e la presentazione di libri di autori sardi.
    Da secoli le architetture in terra cruda occupano un posto di primo piano nel panorama insediativo campidanese. Ancora oggi i centri urbani di tanti Comuni, Quartu in primis, sono contraddistinti dalla presenza di queste antiche dimore, opportunamente ristrutturate senza modificarne l’impostazione generale.
    Sul cortile si affaccia sa lolla, il loggiato, che funge da raccordo tra le varie stanze della casa: è il luogo in cui quotidianamente un tempo venivano svolte gran parte delle attività tipiche della cultura agropastorale, e che insieme al cortile rappresenta l’elemento imprescindibile di ogni casa campidanese.
    “I mattoni crudi di fango e paglia, le canne legate oppure intrecciate, le travi in legno di castagno o di ginepro, l’arenaria per le cornici delle finestre, ‘l’apposentu’ dove sedersi e fare comunità. Queste antiche abitazioni sono un emozionante racconto del nostro passato e ora si prendono la scena, si mettono in vetrina per raccontare quella tradizione, quell’architettura, quella cultura che è insita nella nostra società – commenta l’Assessora alle Attività produttive e alla Valorizzazione del territorio Rossana Perra -.
    Turisti e visitatori già in passato hanno mostrato di apprezzare questi giorni di pura cultura, in cui raccontiamo noi stessi, i nostri saperi, fiduciosi anche sul fatto che possa contribuire al rilancio della vasta e qualitativa offerta del nostro territorio”.
    Il fine settimana organizzato dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo, con il contributo della Fondazione di Sardegna e della Regione Autonoma della Sardegna, è in programma il 29 e 30 ottobre. Cinque le lollas private che apriranno i propri portali: Casa Puxeddu, in via Martini 32, Casa Murgia-Casanova e Casa Spiga, in via XX Settembre 116 e 34, Casa Pippia-Stocchino in via Battisti 20, Casa Carboni-Congiu in via Trieste 38. Ad esse si aggiunge la più famosa casa campidanese della Sardegna, Sa Dom’e Farra, già museo etnografico e
    recentemente riaperta dall’Amministrazione comunale, con annesso Museo multimediale della poesia improvvisata.

    All’interno di ciascuna casa sono previste diverse attività. Verranno raccontate la storia
    dell’abitazione e i mestieri che in essa venivano svolti. Saranno presenti diversi artigiani locali, che non solo esporranno i propri prodotti ma saranno attivi in prima persona nelle dimostrazioni dei cicli produttivi. Non mancherà la musica e l’animazione, mentre in collaborazione con Shardana e le associazioni animaliste cittadine verranno promossi l’affido e l’adozione di amici a quattro zampe trovati nel territorio quartese.
    Per gli amanti del buon vino non mancheranno le degustazioni. Parteciperà infatti all’iniziativa anche la Cantina Fraponti, nata e cresciuta nel territorio quartese, con 100 anni di storia alle spalle. In ogni abitazione si potranno sorseggiare diverse varietà di vini, sempre legate ai tradizionali vitigni quartesi: dal cannonau al vermentino, ma anche il barbera sardo in purezza. Un abbraccio tra tradizione e qualità per raccontare la storia di Quartu, che ha nel vino uno dei prodotti enogastronomici di spicco.
    Le note musicali si diffonderanno lungo il percorso del centro storico che unisce le varie dimore. Durante le due serate, dalle 17.30 alle 20.30, sarà attiva la Porrino Street Band, che suonerà nelle strade, con passaggi all’interno delle case. E chi volesse spostarsi da una lollas all’altra in maniera rapida ma comodamente seduto, ecco il trenino turistico, assolutamente gratuito: farà capolinea davanti a Sa Dom’e Farra, con partenza ogni 45 minuti e tappa in tutte le case coinvolte.
    E proprio Sa Dom’e Farra, la più conosciuta casa campidanese dell’area metropolitana e non solo, ormai da decenni epicentro della cultura quartese, sarà ancora grande protagonista con il folklore e la presentazione di libri. Sabato alle 19 ecco lo spettacolo organizzato dalle associazioni Città di Quarto 1928, Su Idanu, Femminas, Nodas, Su Scrignu de Campidanu e Boxis Campidanesas. È prevista una gara di poesia campidanese, nel solco della grande tradizione della città. Nella storica dimora di via Porcu, angolo via Umberto, domenica alle 17.30, a cura di Gavino Angius, verrà inoltre presentato l’ultimo libro di Lorena Carboni ‘L’ospite indelicato’, con letture di Simonetta Soro. Il libro, terza raccolta poetica della scrittrice sardo-lombarda, è uno sguardo a un’umanità dove ognuno prova a dare forma al proprio materiale esistenziale. L’ospite indelicato è quello che non aspetti, o che non arriva, o che arriva in anticipo o in ritardo, invadente o eccessivamente silenzioso.
    Inquietante, a volte non desiderato e perturbante. Tra spunti personali e suggestioni di altre persone ed altre epoche, l’autrice aggancia una storia all’altra per far riaffiorare frammenti di un passato in qualche modo rimosso. Alle 19.30 poi la presentazione del libro di Lidia Fancello ‘Il brevetto scomparso’, a cura di Aldo Brigaglia. Il romanzo, basato su una storia vera, è ambientato in una Sardegna ancora rurale, e racconta della scomparsa, a cavallo tra le due guerre, di un importante brevetto.

    spot_img
    spot_img

    Articoli recenti

    San Gavino, l’11 febbraio si parla di dislessia e altri disturbi specifici dell’apprendimento

    Il Lions Club Monreale organizza un convegno di informazione su un problema sempre più...

    Santu Lussurgiu, ritorna “Cantigos in carrela”

    Una passeggiata accompagnata da musica e canti tradizionali: è “Cantigos in carrela”, la manifestazione organizzata...

    Sardegna, tornano pioggia e neve: l’allerta della Protezione Civile

    Pioggia, neve e ghiaccio in Sardegna a partire da lunedì, per le seguenti 36...

    Carbonia e Iglesias i sindacati denunciano la chiusura delle rianimazioni degli ospedali delle due città.

    CGIL, CISL e UIL denunciano la chiusura delle Rianimazioni degli ospedali CTO di Iglesias...
    spot_img

    Leggi anche

    San Gavino, l’11 febbraio si parla di dislessia e altri disturbi specifici dell’apprendimento

    Il Lions Club Monreale organizza un convegno di informazione su un problema sempre più...

    Santu Lussurgiu, ritorna “Cantigos in carrela”

    Una passeggiata accompagnata da musica e canti tradizionali: è “Cantigos in carrela”, la manifestazione organizzata...

    Sardegna, tornano pioggia e neve: l’allerta della Protezione Civile

    Pioggia, neve e ghiaccio in Sardegna a partire da lunedì, per le seguenti 36...