More
    HomeCulturaSassari, aperta la prima scuola civica di musica

    Sassari, aperta la prima scuola civica di musica

    Pubblicato il

    177 preiscrizioni, con il più giovane futuro musicista che ha soltanto 3 anni. Tre pianoforti, due batterie, cinque chitarre, oltre a tamburelli, triangoli e varia piccola strumentazione appena acquistati che attendono solo di essere inaugurati. E ancora: 43 alunni al corso di propedeutica musicale (per bambine e bambini fino agli 8 anni), 90 al corso di base-amatoriale, 28 allievi al corso avanzato e 16 al corso di perfezionamento. Sono soltanto alcuni dei numeri con cui la prima scuola civica di musica sassarese si presenta alla città. I corsi, la sede e le finalità sono state presentate durante una conferenza stampa che si è tenuta nella palazzina Tomè, in piazza Azuni 13, con il sindaco Nanni Campus che ha anche tagliato simbolicamente il nastro, dell’assessora alle Politiche educative Laura Useri, di quella al Patrimonio Rosanna Arru, del direttore artistico e didattico Antonio Mura e di quello del conservatorio Mariano Meloni.

    L’obiettivo della Amministrazione comunale, con l’apertura della prima scuola civica di musica di Sassari, è dare a chiunque lo desideri la possibilità di avvicinarsi alla musica e coltivare questa passione.

    Le lezioni partiranno intorno a metà dicembre per le classi di pianoforte – tastiere elettroniche; di chitarra classica ed elettrica; di batteria, di teoria e solfeggio e di propedeutica musicale. Si concluderanno il 30 giugno, per 25 settimane di lezione. Chi ha fatto la preiscrizione già in questi giorni sarà contattato dalla segreteria della scuola, per un colloquio informativo con il direttore artistico e la formalizzazione della iscrizione. In un secondo momento saranno riaperte le iscrizioni.

    La scuola civica di musica stringerà da subito collaborazioni con gli altri istituti del territorio, come le scuole primarie, il liceo musicale, il Conservatorio di Musica, bande musicali, cori polifonici e folk etc. In programma anche lezioni-concerto da realizzare nelle scuole di ogni genere e grado, nei locali solitamente frequentati da giovani.

    La tassa di iscrizione è di 30 euro per i corsi di propedeutica e 50 per tutti gli altri. La tariffa mensile sarà di 50 euro per il corso di perfezionamento, 30 per quello avanzato e 15 per la propedeutica. Sono inoltre previste varie agevolazioni: riduzione del 20 percento in caso di allievi appartenenti allo stesso nucleo familiare, da applicarsi dal secondo iscritto e riduzione del 50 percento per allievi con Isee inferiore a 10mila euro ed esenzione dal pagamento per altri casi.

    spot_img
    spot_img

    Articoli recenti

    San Gavino, l’11 febbraio si parla di dislessia e altri disturbi specifici dell’apprendimento

    Il Lions Club Monreale organizza un convegno di informazione su un problema sempre più...

    Santu Lussurgiu, ritorna “Cantigos in carrela”

    Una passeggiata accompagnata da musica e canti tradizionali: è “Cantigos in carrela”, la manifestazione organizzata...

    Sardegna, tornano pioggia e neve: l’allerta della Protezione Civile

    Pioggia, neve e ghiaccio in Sardegna a partire da lunedì, per le seguenti 36...

    Carbonia e Iglesias i sindacati denunciano la chiusura delle rianimazioni degli ospedali delle due città.

    CGIL, CISL e UIL denunciano la chiusura delle Rianimazioni degli ospedali CTO di Iglesias...
    spot_img

    Leggi anche

    San Gavino, l’11 febbraio si parla di dislessia e altri disturbi specifici dell’apprendimento

    Il Lions Club Monreale organizza un convegno di informazione su un problema sempre più...

    Santu Lussurgiu, ritorna “Cantigos in carrela”

    Una passeggiata accompagnata da musica e canti tradizionali: è “Cantigos in carrela”, la manifestazione organizzata...

    Sardegna, tornano pioggia e neve: l’allerta della Protezione Civile

    Pioggia, neve e ghiaccio in Sardegna a partire da lunedì, per le seguenti 36...