More
    HomeAmbienteIsola dell'Asinara, il turismo ecosostenibile in Sardegna è possibile tutto l'anno

    Isola dell’Asinara, il turismo ecosostenibile in Sardegna è possibile tutto l’anno

    Pubblicato il

    - Pubblicità -

    Turismo ecosostenibile tutto l’anno, con guide esperte e multilingue che accompagnano il turista durante le escursioni in uno dei Parchi Nazionali più suggestivi del mondo. I visitatori potranno visitare spiagge incontaminate all’interno di un’area marina protetta, che fa da habitat a oltre 80 specie diverse di anfibi, rettili, uccelli e mammiferi, tra cui diverse specie rare e in via di estinzione.

    Tutto questo è possibile all’Asinara, nella punta nord occidentale della Sardegna, grazie alla S.B.SERVICE S.r.l.s. una società di gestione di servizi di trasporto integrato studiato appositamente per il Parco Nazionale dell’Asinara, con un’imbarcazione che trasporta 150 passeggeri e due trenini verdi turistici con capienza di 108 passeggeri.

    Durante il lungo percorso da Fornelli Cala D’Oliva, estremità nord dell’Isola dell’Asinara, ci si immerge nella natura incontaminata, dove si potranno incontrare i famosi asinelli bianchi, ma anche cinghiali, cavalli, capre selvatiche e i rarissimi mufloni. Diversi anche i siti di interesse storico–naturalistico: il carcere di Fornelli, il belvedere di Cala Sant’Andrea, il Centro Faunistico di Tumbarino, la “Punta Sa Nave” dove cresce la “centaura horrida” specie endemica dell’Isola dell’Asinara e della Sardegna, oppure l’ossario austro-ungarico costruito nel 1936 per raccogliere le spoglie dei prigionieri deceduti nella colonia penale durante la guerra. I turisti hanno anche la possibilità di immergersi nelle acque cristalline delle varie spiagge dell’isola, grazie alle numerose soste dei trenini ecologici.

    Un turismo dunque, fuori dai soliti schemi, con un servizio di accoglienza al visitatore con informazioni utili sul territorio per trascorrere le proprie vacanze nel modo migliore. Tanta natura, ma anche storia, cultura e archeologia. Alcuni pacchetti sono studiati appositamente per le scolaresche nel periodo primaverile con accompagnamento e lezioni di educazione ambientale con tematiche e percorsi, preparati dalle guide del parco.

    Insomma, fare turismo ecosostenibile e culturale in Sardegna si può, anche sulle coste solitamente rinomate per la movida e il divertimento in spiaggia. La nostra isola è un piccolo grande continente, tutto da esplorare!

    spot_img
    spot_img

    Articoli recenti

    Spopolamento, salgono a 225 milioni le risorse stanziate dalla Regione Sardegna

    Salgono complessivamente a 225 milioni di euro le risorse stanziate dalla Regione contro lo...

    Sassari, rubano champagne in un supermercato, arrestati dalla Polizia locale

    Gli agenti del nucleo sicurezza urbana del Comando di Polizia Locale sono intervenuti nel...

    Barumini, inaugurato l’Expo del turismo culturale in Sardegna: “I valori Unesco come volano di sviluppo territoriale”

    I valori Unesco dei sti archeologici come volano per lo sviluppo del turismo culturale...

    San Gavino Monreale, ultimo appuntamento con il festival del Monreale

    Si conclude oggi il percorso della quarta edizione del Festival letterario del Monreale con due eventi...
    spot_img

    Leggi anche

    Spopolamento, salgono a 225 milioni le risorse stanziate dalla Regione Sardegna

    Salgono complessivamente a 225 milioni di euro le risorse stanziate dalla Regione contro lo...

    Sassari, rubano champagne in un supermercato, arrestati dalla Polizia locale

    Gli agenti del nucleo sicurezza urbana del Comando di Polizia Locale sono intervenuti nel...

    Barumini, inaugurato l’Expo del turismo culturale in Sardegna: “I valori Unesco come volano di sviluppo territoriale”

    I valori Unesco dei sti archeologici come volano per lo sviluppo del turismo culturale...