More

    Pubblicato il

    spot_imgspot_img

    Una brochure informativa sull’endometriosi in codice braille. Parte da Sassari un progetto a carattere nazionale di inclusione e sensibilizzazione su una patologia ancora poco conosciuta che in Italia interessa il 10-15% delle donne in età fertile. Il Comune di Sassari ormai da alcuni anni si fa promotore di azioni per diffondere la conoscenza su questa malattia. Il sindaco Nanni Campus, il presidente del Consiglio comunale Maurilio Murru, il presidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus-APS, Sezione di Sassari (Uicss) Francesco Santoro e la referente regionale dell’associazione Alice Odv – Endomarch Team Italy Elena Crobu hanno presentato l’ultimo progetto messo in campo: “Tocchiamo la consapevolezza”. Un’iniziativa che si inserisce in quel percorso avviato già nel 2020 e che è stato rafforzato grazie alla mozione votata all’unanimità dal Consiglio comunale nel maggio 2022 con cui l’Assemblea civica impegnava l’Ente a portare avanti e farsi promotore di iniziative volte a rafforzare la conoscenza e l’informazione sull’endometriosi.

    L’Amministrazione comunale ha dato l’avvio all’iter, mettendo in contatto le due associazioni, ha poi seguito tutte le fasi fino al compimento del progetto e naturalmente ne ha sancito il valore sociale concedendo il patrocinio. L’idea era quella di offrire la possibilità anche alle persone cieche e ipovedenti di informarsi su una patologia così poco conosciuta e per il contrasto della quale la prevenzione e il riconoscimento ai primi sintomi è fondamentale. Nella brochure, rivista nei contenuti per adattarsi al codice braille, si trova una breve descrizione della malattia e dei sintomi che possono allertare la donna che ne è affetta o chi le sta vicino e la vede soffrire. Infine i contatti della associazione per chiedere supporto, indicazioni e ulteriori approfondimenti.

    La sezione territoriale di Sassari dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, contattata dal presidente del Consiglio Maurilio Murru, ha sposato subito il progetto dell’Associazione Lotta Italiana per la Consapevolezza sull’Endometriosi – Alice Odv – Endomarch Team Italy Sardegna per sensibilizzare al problema dell’endometriosi anche il mondo di chi è portatore di disabilità. Grazie a questa collaborazione chiunque è affetto da una minorazione sensoriale potrà conoscere gli aspetti di questa patologia.

    La sezione sassarese della Uici ha così reso accessibile il progetto di Alice: con la stamperia regionale in sua dotazione ha trascodificato le informazioni dal nero in braille. La brochure è stata stampata in cento copie, facendo pagare ad Alice soltanto le spese vive. Queste sono state coperte grazie a donazioni fatte ad Alice da privati che vogliono restare anonimi ma che hanno seguito e sposato il progetto fin dalle sue origini. Attraverso azioni come questa, l’Uici di Sassari punta a rendere possibile e concreta la divulgazione scientifica legata al processo di prevenzione dell’endometriosi, permettendo a chi è cieco o ipovedente di fruirne in maniera paritetica.

    Ora Alice distribuirà le brochure in tutto il territorio nazionale, attraverso i suoi stand informativi, in modo che più utenti possano accedervi. Buona parte resterà a Sassari, messa a disposizione della stessa Uici, per i propri utenti e soci, ma anche di consultori, medici, studi o realtà che desiderano averne. Si tratta di un progetto pilota che tutte le parti si augurano sarà sposato anche da altri in modo che l’accesso all’informazione sull’endometriosi diventi sempre più capillare.

    La presidente nazionale di Alice, Francesca Fasolino Forcione, ha voluto inviare un messaggio di ringraziamento al Comune e all’associazione Uici: «L’Associazione Lotta Italiana per la Consapevolezza sull’Endometriosi Odv si occupa di promuovere iniziative volte a informare sull’endometriosi, patologia senza cura che colpisce una persona assegnata femmina alla nascita su dieci. L’iniziativa “Tocchiamo la consapevolezza”, promossa in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus APS Sezione Territoriale Sassari e il Comune di Sassari, è nata con l’intento di creare consapevolezza, favorendo l’inclusione e abbattendo le barriere. Siamo convinti che, nell’attivismo sociale, nell’unione tra diverse realtà risieda la vera forza. Attraverso la stampa del volantino in braille si ampliano i confini della corretta informazione scientifica e si favorisce la diagnosi precoce, arma fondamentale contro l’endometriosi. Siamo grate all’Uici e al Comune per questa importante sinergia, che, siamo convinte, rappresenti il presupposto per progetti futuri».

    spot_img
    spot_img

    Articoli recenti

    Direzione Impresa Magazine, la promozione delle imprese meridionali e la scoperta delle opportunità economiche di Montréal

    La scorsa settimana è stata particolarmente importante per la promozione delle imprese e delle...

    Cagliari, il corso “Guida sicura” raggiunge il capoluogo sardo

    Ha fatto tappa oggi a Cagliari, nella Filiale provinciale di Poste Italiane in via...

    Iglesias, USIC incontra 290 neo Carabinieri

    Si è svolta il 18 giugno, a Iglesias, l’assemblea con i neo carabinieri. Alla...

    Neoneli, entra nel vivo l’ottava edizione di “Licanìas”

    Immersioni nella natura, incontri letterari, performance e concerti. Entra nel vivo, domani a Neoneli, l'ottava edizione di Licanìas,...
    spot_img

    Leggi anche

    Direzione Impresa Magazine, la promozione delle imprese meridionali e la scoperta delle opportunità economiche di Montréal

    La scorsa settimana è stata particolarmente importante per la promozione delle imprese e delle...

    Cagliari, il corso “Guida sicura” raggiunge il capoluogo sardo

    Ha fatto tappa oggi a Cagliari, nella Filiale provinciale di Poste Italiane in via...

    Iglesias, USIC incontra 290 neo Carabinieri

    Si è svolta il 18 giugno, a Iglesias, l’assemblea con i neo carabinieri. Alla...