More
    HomeCronacaSassari, rubano champagne in un supermercato, arrestati dalla Polizia locale

    Sassari, rubano champagne in un supermercato, arrestati dalla Polizia locale

    Pubblicato il

    Gli agenti del nucleo sicurezza urbana del Comando di Polizia Locale sono intervenuti nel supermercato di un noto centro commerciale in cui era stata segnalata la presenza di tre persone sospette, due giovani donne in compagnia di un uomo.

    Le tre suddette persone sono state notate dal personale di sicurezza della struttura commerciale poiché le giovani donne tenevano a tracolla due voluminose borse e si aggiravano con fare sospetto insieme al loro complice nell’area del supermercato in cui erano state esposte le bottiglie più costose di liquori ed alcolici.

    Gli agenti del nucleo sicurezza urbana, intervenuti in pochi minuti, “attenzionavano” i tre sospetti senza farsi notare (poiché gli agenti indossavano abiti borghesi).

    Le tre persone venivano bloccate mentre tentavano di lasciare il supermercato; la successiva perquisizione permetteva di accertare che dagli espositori erano state prelevate furtivamente sei bottiglie di una costosa marca di champagne per un valore commerciale di alcune centinaia di euro.

    Alcune delle suddette bottiglie avevano ancora inserita la placca antitaccheggio ma per passare indenne attraverso il dispositivo antifurto la borsa in cui erano state nascoste era stata appositamente schermata con fogli di alluminio tenuti insieme da nastro per pacchi, fogli posti tra la struttura in pelle e la fodera della borsa.

    Le tre persone, di nazionalità straniera, sono state tratte in arresto; hanno trascorso la notte nelle celle di sicurezza del Comando di via Carlo Felice in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

    Il GIP ha convalidato l’arresto e disposto la misura cautelare del divieto di dimora degli imputati nel territorio della Sardegna facendo espresso divieto di farvi ritorno senza espressa autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria, pena l’aggravamento della misura con l’applicazione della custodia in carcere.

    È risultato che i tre erano arrivati due giorni prima in Sardegna con un volo atterrato ad Olbia e si erano subito spostati nella città capoluogo.

    spot_img
    spot_img

    Articoli recenti

    “Enotria: paesaggi e percorsi del vino”, al via le adesioni al progetto promosso dai GAL della Sardegna

    Una “fotografia futura” nella Sardegna del vino che viva attraverso sentieri e cantine di...

    “La Sardegna non è ancora uscita dalla crisi della pandemia” a dirlo Confartigianato Sardegna

    L’economia sarda non si è ancora lasciata alle spalle la crisi causata dalla pandemia....

    Sassari, solidarietà e affetto tra Casa Serena e il centro di preparazione alla famiglia sant’Agostino

    Durante il periodo della pandemia alcuni soci del Centro di preparazione alla famiglia di...

    Comunità energetiche, seminario regionale a Thiesi per discutere di innovazione green

    Si è svolto questa mattina a Thiesi, nella Sala Aligi Sassu, il Seminario Regionale...
    spot_img

    Leggi anche

    “Enotria: paesaggi e percorsi del vino”, al via le adesioni al progetto promosso dai GAL della Sardegna

    Una “fotografia futura” nella Sardegna del vino che viva attraverso sentieri e cantine di...

    “La Sardegna non è ancora uscita dalla crisi della pandemia” a dirlo Confartigianato Sardegna

    L’economia sarda non si è ancora lasciata alle spalle la crisi causata dalla pandemia....

    Sassari, solidarietà e affetto tra Casa Serena e il centro di preparazione alla famiglia sant’Agostino

    Durante il periodo della pandemia alcuni soci del Centro di preparazione alla famiglia di...