More
    HomePrimo pianoTiziano Ferro: è subito show alla prima stagionale del Forte Arena

    Tiziano Ferro: è subito show alla prima stagionale del Forte Arena

    Pubblicato il

    spot_imgspot_img

    Due ore di musica e di forti emozioni, pubblico in visibilio per Tiziano Ferro. Si è ufficialmente alzato il sipario sulla stagione 2023 del Forte Arena. Il cantautore di Latina ha concluso nell’Isola il “TZN 2023”, tour partito il 7 giugno da Lignano Sabbiadoro che lo ha visto protagonista negli stadi delle principali città italiane, con ben tre concerti a San Siro, due date allo Stadio Olimpico di Roma e altre nove appuntamenti da Nord a Sud del Paese. Con circa 570.000 presenze totali, è stato un enorme successo di pubblico grazie al quale l’artista ha potuto nuovamente abbracciare i suoi fan a sei anni di distanza dall’ultimo tour e dall’ultima performance live, a Torino, sotto la Mole Antonelliana.

    Evento unico in Sardegna, quello del Forte Arena, con Tiziano Ferro che è tornato a cantare nell’Isola dopo ben undici anni. Un concerto tanto atteso, dopo i tour annullati nel 2020 e 2021 a causa della pandemia, considerato che il sold-out è stato certificato qualche settimana fa.

    Alle 21.30 in punto, come da programma, nella suggestiva cornice del teatro sotto le stelle del Forte Village Resort, davanti a una folta e variegata platea, Tiziano Ferro ha dato il via alla carrellata dei suoi più grandi successi portando sul palco “Buona (cattiva) sorte”. Con una scaletta di trentatré brani, racchiusi in 8 album, sono stati ripercorsi ventidue anni di carriera. Dal singolo di debutto, “Xdono” (Perdono), a “Destinazione mare”, uscito lo scorso 5 maggio, passando per “Ti scatterò una foto”, “Sere nere”, “Non me lo so spiegare”, “La differenza tra me e te”, “Il regalo più grande” e tanti altri pezzi di successo.

    © Foto Giorgia Piras
    © Foto Giorgia Piras

    Emozionante il ricordo dell’amica di lungo corso Raffaella Carrà, scomparsa due anni fa, alla quale il cantautore ha dedicato un toccante video di commiato seguito dal brano “E Raffaella è mia”, inciso nel 2007 come tributo alla showgirl italiana, la quale compare nel relativo videoclip. Proprio l’indimenticabile artista a tutto tondo fu una delle prime personalità del mondo dello spettacolo a voler mettere in luce l’immenso talento del cantante laziale.

    C’è anche spazio per una breve incursione nella vita personale del cantautore di Latina con un videoclip che propone simpatiche scene di vita familiare. Oltre al marito Victor Allen, sposato prima a Los Angeles e poi a Sabaudia nel 2019, l’artista presenta così al grande pubblico i due figli, Margherita e Andres, di cui Tiziano e Victor sono padri dal 2022. Sulla scia delle emozioni del filmato, ecco “La prima festa del papà”, brano autobiografico col quale Tiziano Ferro ha voluto rendere pubblico un messaggio di suo padre, arrivato il 19 marzo scorso: “La storia prosegue, il testimone è tuo”. Poche parole che hanno segnato un significativo passaggio di consegne da genitore a genitore.

    Tiziano Ferro è un cantante con molte sfaccettature che sa alternare momenti profondi ed emozionanti a situazioni estremamente leggere e divertenti. Un artista che non lesina battute e nel suo show non fa mancare alcune gag col pubblico presente. Eccolo quindi dialogare simpaticamente prima con una neo diciottenne e poi con una coppia sposata da ben cinquantadue anni, a testimonianza del fatto che Tiziano Ferro è un artista trasversale che ha saputo conquistare il cuore di diverse generazioni di pubblico.

    Tra una canzone e l’altra ha anche avuto modo di salutare l’attrice Paola Cortellesi, seduta nelle prime file assieme al marito Riccardo Milani, regista del film “Nel nostro cielo un rombo di tuono” dedicato alla leggenda rossoblù Gigi Riva, uscito nelle sale cinematografiche nel novembre scorso. E non ha di certo dimenticato Jovanotti, col quale ha duettato sul palco dell’Olimpico nella seconda data romana del tour, a cui ha augurato una pronta guarigione dopo la brutta caduta in bici a Santo Domingo che gli ha procurato la frattura di clavicola e femore; per “Jova” è arrivata la dedica di “Balla per me”, canzone incisa tre anni  fa proprio col cantautore romano.

    Sono stati inoltre molteplici, e a più riprese, i ringraziamenti per i tanti spettatori sardi (e non solo) presenti all’evento, con l’auspicio da parte dell’artista che le istituzioni isolane possano adoperarsi per la creazione di nuovi e adeguati spazi da destinare alle grandi platee che animano i concerti. Ma si può fare di necessità virtù e anche uno show pensato per gli stadi può essere modificato, come in questa circostanza, e cucito su misura per uno spazio più piccolo, diventando “nella familiarità dell’arena sarda, uno spettacolo volutamente raccolto, intimo”, per utilizzare la frase con cui lo stesso artista presentò sui social l’appuntamento del Forte Arena. Le circa 4000 persone presenti sono comunque riuscite a strappare la promessa che la prossima esibizione in Sardegna sarà organizzata non appena le condizioni organizzative lo consentiranno “possibilmente non lasciando trascorrere sei o sette anni”.

    Due ore di concerto, una band di sei elementi, tre cambi d’abito, luci, colori, canzoni e tante, tantissime emozioni. Più che un cantante, Tiziano Ferro è uno showman che regge la scena e trascina il proprio pubblico. Pubblico che sul finire del concerto non riesce a trattenere il proprio entusiasmo e improvvisando una sorta di “rompete le righe” si avvicina al palco per godere appieno degli ultimi istanti di una serata indimenticabile.

    Tiziano Ferro si è congedato dalla platea del Forte Arena dedicando al pubblico sardo “Il conforto”, per poi proporre un remix di “Rosso relativo” e “Lo stadio”. In chiusura “Il sole esiste per tutti”, l’ultima carezza di una serata magica destinata a un pubblico caloroso e molto partecipe. Lo spettacolo ha illuminato e fatto vibrare la notte di Santa Margherita di Pula, decretando la fine del tour organizzato da Live Nation.

    Il 2023 del Forte Arena è invece appena iniziato. Dopo le fortunate stagioni passate, caratterizzate dalla presenza sul palco di big assoluti della musica e dello spettacolo, anche quest’anno gli organizzatori hanno deciso di fare le cose in grande. Appuntamento quindi a sabato 29 luglio alle 21.30 per il concerto di Gigi D’Alessio, unica data sarda del “Dove c’è il Sole Tour”. Per gli appassionati del musical ecco “La Leggenda di Belle e la Bestia” in programma sabato 5 agosto alle 21. Si chiuderà, infine, col botto, sabato 12 agosto, quando alle 21 sul palco del Forte Arena salirà il comico e regista record d’incassi Checco Zalone, con il suo spettacolo AMORE+IVA.

    Luca Pes

    spot_img
    spot_img

    Articoli recenti

    Direzione Impresa Magazine, la promozione delle imprese meridionali e la scoperta delle opportunità economiche di Montréal

    La scorsa settimana è stata particolarmente importante per la promozione delle imprese e delle...

    Cagliari, il corso “Guida sicura” raggiunge il capoluogo sardo

    Ha fatto tappa oggi a Cagliari, nella Filiale provinciale di Poste Italiane in via...

    Iglesias, USIC incontra 290 neo Carabinieri

    Si è svolta il 18 giugno, a Iglesias, l’assemblea con i neo carabinieri. Alla...

    Neoneli, entra nel vivo l’ottava edizione di “Licanìas”

    Immersioni nella natura, incontri letterari, performance e concerti. Entra nel vivo, domani a Neoneli, l'ottava edizione di Licanìas,...
    spot_img

    Leggi anche

    Direzione Impresa Magazine, la promozione delle imprese meridionali e la scoperta delle opportunità economiche di Montréal

    La scorsa settimana è stata particolarmente importante per la promozione delle imprese e delle...

    Cagliari, il corso “Guida sicura” raggiunge il capoluogo sardo

    Ha fatto tappa oggi a Cagliari, nella Filiale provinciale di Poste Italiane in via...

    Iglesias, USIC incontra 290 neo Carabinieri

    Si è svolta il 18 giugno, a Iglesias, l’assemblea con i neo carabinieri. Alla...