More
    HomeMusicaFa tappa a San Giovanni di Sinis la 25esima edizione del festival...

    Fa tappa a San Giovanni di Sinis la 25esima edizione del festival “Dromos”

    Pubblicato il

    spot_imgspot_img

    C’è ancora San Giovanni di Sinis, la frazione di Cabras sulla costa oristanese, nel cammino della venticinquesima edizione del festival Dromos, che ha preso il via venerdì scorso per andare avanti sino al 14 di questo mese con la sua consueta formula itinerante.

    Dopo Abdullah Ibrahim, di scena ieri sera (martedì 1 agosto), il pianoforte sarà ancora protagonista oggi (mercoledì 2 agosto) nella piazza Centrale del borgo marino: a muovere le dita tra i tasti di ebano e avorio, a partire dalle 22, sarà il pianista armeno Tigran Hamasyan, sul palco con il suo trio per presentare la sua ultima fatica discografica, l’album “StandArt”, pubblicato l’anno scorso dall’etichetta Nonesuch. Nel disco, Hamasyan rielabora con il suo inconfondibile stile nove grandi classici della tradizione musicale americana, con la partecipazione di Mark Turner, Joshua Redman e Ambrose Akinmusire, tra gli altri. Ad affiancarlo sul palco a San Giovanni di Sinis ci saranno Jasper Hoiby al contrabbasso e Arman Mnatsakanyan alla batteria.

    Classe 1987, Tigran Hamasyan è riconosciuto come uno dei più originali pianisti jazz della sua generazione. La sua carriera annovera un notevole numero di riconoscimenti, tra cui il premio come miglior pianista al Montreux Jazz Festival del 2013 e il gran premio alla prestigiosa Thelonious Monk Jazz Piano Competition del 2006. Ha registrato per diverse etichette, tra cui la Red Loins in Francia, Nonesuch e ECM, ricevendo nel 2015 il premio Paul Acket al North Sea Jazz Festival e l’anno successivo l’Echo Award (il Grammy tedesco) per il miglior album internazionale per la sua superba registrazione “Mockroot”. Capace di fondere l’improvvisazione jazzistica con la ricca musica folcloristica della sua nativa Armenia, Tigran Hamasyan vanta al suo attivo tournée di livello internazionale con un pubblico di appassionati che spazia dal jazz al progressive metal.

    A precedere sul palco Tigran Hamasyan, alle 21, la cantautrice sarda Daniela Pes, fresca vincitrice della targa Tenco 2023 per il suo album d’esordio, “Spira”, pubblicato lo scorso aprile e prodotto da IOSONOUNCANE: frutto di un intenso impegno durato tre anni, il disco rappresenta la sintesi delle diverse anime musicali dell’artista nata nel 1992 nel cuore della Gallura; cantante, strumentista e musicista elettronica, artista eclettica, che sfugge a classificazioni predeterminate, Daniela Pes trova radici per il suo multiforme talento in un background che conta una laurea in Canto Jazz al Conservatorio di Sassari e una borsa di studio ai Seminari di Nuoro Jazz fondati da Paolo Fresu. La recentissima Targa Tenco va ad aggiungersi nella sua personale bacheca di allori ad altri importanti riconoscimenti ottenuti, come il premio Andrea Parodi nel 2017 (premio della critica, della giuria internazionale, per la migliore musica e l’arrangiamento) e il premio miglior musica e il premio Nuovoimaie a Musicultura nel 2018.

    Ma prima che la musica si prenda la scena, ci sarà spazio per un nuovo momento letterario proposto in collaborazione con la Fondazione Mont’e Prama e l’Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo nel programma de L’Isola dei Giganti – Festival Letterario dell’Archeologia: alle 20 la scrittrice Marisa Salabelle presenterà il suo romanzo La scrittrice obesa“, edito lo scorso ottobre da Arkadia. Protagonista del libro una donna sola, scontrosa, che da anni conduce un’esistenza sedentaria scrivendo improbabili romanzi e ingozzandosi di cibo spazzatura.

    • People Have the Power

    Altro appuntamento in agenda per stasera – mercoledì 2 agosto – la seconda e conclusiva giornata di People Have the Power, l’iniziativa all’insegna della natura e dell’educazione al rispetto del mare organizzata dall’associazione di promozione Intramadu in collaborazione con Dromos. In programma alle 16 Coast to Coast, un’escursione in sup, kayak o waterbike da Mare Morto a Cala Usai: con una guida ambientale si andrà alla scoperta delle bellezze della costa del Sinis. Dalle 17, sulla spiaggia di Mare Morto, i bambini saranno protagonisti con il laboratorio Il paguro cerca casa alle 18 con  Tra dune e mare, che permetterà di andare alla scoperta del delicato ecosistema dunale e dei suoi abitanti, le piante amiche e nemiche delle dune e della spiaggia, imparando a rispettare e proteggere il prezioso ecosistema (contributo di partecipazione 10 euro più prevendita). La due giorni di People Have the Power si chiuderà alle 19.30 presso gli scalini di San Giovanni di Sinis con un momento dedicato agli adulti, Io, noi, il mare: meditazionea cura di Alchimia della Jana.

    • Giovedì tappa a Donigala Fenughedu

    Giovedì 3 agosto Dromos lascia San Giovanni di Sinis per proseguire il suo cammino nell’Oristanese facendo tappa per una sera a Donigala Fenughedu, frazione di Oristano, dove il Ros’e Mari Farm & Greenhouse ospita il trio di Chano Domínguez (biglietto a 15 euro più prevendita), uno dei più celebrati jazzisti “reclutati” dal flamenco. Nome di spicco della scena musicale spagnola di qualsiasi genere, il pianista vanta al suo attivo collaborazioni con artisti del calibro di Enrique Morente, Estrella Morente, Martirio, Marta Valdés, Gonzalo Rubalcaba, Ana Belén, Jorge Pardo, Carles Benavent, Paco de Lucía, Joe Lovano, Herbie Hancock, Jack DeJohnette e Wynton Marsalis. Giovedì sul palco di Dromos, Chano Domínguez sarà affiancato dal bailador Daniel Navarro e dal figlio Pablo Dominguez al cajon.

    spot_img
    spot_img

    Articoli recenti

    Sanluri, ospiti d’eccezione per il primo week-end di Sanluri Legge

    Ieri, domenica 16 giugno, si è chiuso il primo week-end dell'ottava edizione di "Sanluri...

    Rivoluzione rurale: il Laboratorio Liminal Embassy chiama i giovani a rinnovare le campagne

    L’appello è rivolto ai giovani che vogliono lasciare il segno nel mondo dello sviluppo...

    Sarule, il 15 e 16 giugno il grande evento sui formaggi dell’area GAL BMG

    Domani 15 e 16 giugno si terrà a Sarule l’evento conclusivo del progetto Filiera...

    Primavera in Marmilla, tutto pronto per il gran finale con danze, suoni e colori da Setzu

    Mancano pochi giorni all’ultimo appuntamento del 2024 con Primavera in Marmilla, la manifestazione promossa...
    spot_img

    Leggi anche

    Sanluri, ospiti d’eccezione per il primo week-end di Sanluri Legge

    Ieri, domenica 16 giugno, si è chiuso il primo week-end dell'ottava edizione di "Sanluri...

    Rivoluzione rurale: il Laboratorio Liminal Embassy chiama i giovani a rinnovare le campagne

    L’appello è rivolto ai giovani che vogliono lasciare il segno nel mondo dello sviluppo...

    Sarule, il 15 e 16 giugno il grande evento sui formaggi dell’area GAL BMG

    Domani 15 e 16 giugno si terrà a Sarule l’evento conclusivo del progetto Filiera...