More
    HomeCronacaGuspini, indagine dei carabinieri su una presunta piantagione di canapa illecita

    Guspini, indagine dei carabinieri su una presunta piantagione di canapa illecita

    Pubblicato il

    Continua l’attività di ricerca di piantagioni di canapa da droga, intrapresa dai Carabinieri del Comando Provinciale di Cagliari con il coordinamento della locale Procura della Repubblica. È questo il periodo buono, quello della maturazione delle piante, col raggiungimento del massimo tenore di principio attivo e la necessità per gli autori delle illecite coltivazioni di mietere i campi impegnati nelle illecite colture. Dopo le operazioni di Arborea e Pimentel, sono stati questa volta i carabinieri della Compagnia di Villacidro a conseguire il risultato, con l’impiego di 15 militari delle varie Stazioni nonché del NORM, unitamente ad una squadra dello Squadrone Eliportato “Cacciatori di Sardegna”, hanno proceduto, al controllo di un ovile inserito in un podere dell’estensione di oltre 100 ettari, nel Comune di Guspini, di proprietà di un 33enne che gestisce un’azienda agricola. Durante il controllo, è stata individuata, in un’area di un ettaro circa, la presenza di una piantagione di canapa, dichiarata dallo stesso come lecita.
    Dopo aver atteso l’arrivo sul posto del presunto titolare della coltivazione, si è proceduto al controllo della regolarità della documentazione di acquisto delle semenze che, poiché mancante di alcuni elementi previsti dalla normativa di settore (in particolare il contratto tra i coltivatori della piantagione ed il terzo soggetto finale a cui conferire la canapa), faceva sorgere fondati dubbi sulla regolarità della stessa. Le piante mostravano abbondanti infiorescenze e un’altezza variabile dai 60 ai 90 centimetri, disposte su 92 filari composti variabilmente dalle 170 alle 89 piantine per un totale di 6429 piante.
    Pertanto, interessato il p.m. di turno della Procura della Repubblica di Cagliari, veniva disposta la campionatura di 5 piante che veniva eseguita presso la Sezione Chimica del RIS Carabinieri del capoluogo al fine di accertare la percentuale di principio attivo (THC).
    Secondo la relazione tecnica, si tratta di canapa da droga con una percentuale di THC (delta 9 – tetraidrocannabinolo) del 3,75% (rispetto allo 0,6 % consentito dalla legge per considerare legale nella coltivazione).
    Sul luogo inoltre venivano rinvenute numerose taniche di fertilizzante oltre ad un impianto di irrigazione, composto da un impianto a goccia che traeva l’acqua da una cisterna da 5000 litri, collegata ad una pompa elettrica. Era inoltre presente un gruppo elettrogeno ed un pozzo artesiano.
    L’area interessata, le piante e le attrezzature necessarie alla coltivazione rinvenute sono state sequestrate e si è proceduto al deferimento dei presunti responsabili alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per l’ipotesi di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti in concorso, ex art. 73 del d.p.r. 309/1990.

    spot_img
    spot_img

    Articoli recenti

    Il team Tarantini si distingue ai Campionati italiani di Muay Thai

    Nella cornice del Palatorrino di Roma, si sono conclusi con grande successo i Campionati italiani di...

    Luvumbo eroe alla Domus

    Una prestazione finalmente convincente. Un punto che serve ad agganciare Verona e Sassuolo e...

    È più serio dare una notizia appena la si ha, oppure aspettare il permesso della Regione?

    All'indomani della vittoria di Alessandra Todde, che ha conquistato la poltrona da Presidente della...

    Alessandra Todde è il nuovo Presidente della Regione Sardegna

    È Alessandra Todde il nuovo Presidente della Regione Sardegna. Non c'è bisogno di attendere...
    spot_img

    Leggi anche

    Il team Tarantini si distingue ai Campionati italiani di Muay Thai

    Nella cornice del Palatorrino di Roma, si sono conclusi con grande successo i Campionati italiani di...

    Luvumbo eroe alla Domus

    Una prestazione finalmente convincente. Un punto che serve ad agganciare Verona e Sassuolo e...

    È più serio dare una notizia appena la si ha, oppure aspettare il permesso della Regione?

    All'indomani della vittoria di Alessandra Todde, che ha conquistato la poltrona da Presidente della...