More
    HomeNewsPoker romanista, alla “Domus” è sempre notte fonda

    Poker romanista, alla “Domus” è sempre notte fonda

    Pubblicato il

    spot_imgspot_img

    La Roma sistema i conti con due reti per tempo, il Cagliari segna il gol della bandiera soltanto grazie a un rigore nel finale. E calano le tenebre sulla Unipol Domus. È una delle notti più buie della storia recente del Cagliari, che dopo otto giornate si trova ultimo in classifica con due punti, tre soli gol segnati e ben 16 subiti, di cui sette nell’ultima settimana.

    Ranieri cambia tanto. Inserisce Scuffet in porta, Obert al centro della difesa, Prati in regia con Makoumbou mezzala e Nandez dirottato sulla fascia destra, Azzi sulla sinistra e Oristanio in avanti. E la prima palla gol del match, quando Petagna impegna severamente Rui Patricio con un colpo di testa, fa ben sperare. Ma l’uno-due della Roma tra il 19’ e il 20’ minuto con Aouar e Lukaku segna la strada del match e taglia le gambe ai rossoblù. Neppure l’inserimento di Luvumbo al posto di Sulemana a cinque minuti dall’intervallo e il conseguente passaggio al 3-4-3 scuotono il Cagliari.

    Nella ripresa infatti i rossoblù sono protagonisti di altri otto minuti shock in cui subiscono gol prima da Belotti e poi da Lukaku, al quinto centro in questo campionato. Nella seconda metà del tempo c’è spazio per un meraviglioso gol di Prati annullato per fuorigioco e per Nandez che su calcio di rigore insacca il gol dell’orgoglio.

    Come spesso è accaduto in queste prime otto giornate di campionato, male la difesa. C’è da chiedersi, visti i risultati, se sia il caso di insistere sulla retroguardia a tre o se sia giunta l’ora di passare alla difesa a quattro. Non che gli altri reparti ieri abbiano fatto meglio. Guadagna la sufficienza soltanto Oristanio, che quando viene chiamato in causa garantisce sempre qualità e grinta.

    Ranieri, che come tutti i singoli non è esente da colpe, ha dichiarato di essere «contento dei ragazzi che non mollano mai», mostrandosi «fiducioso perché nelle prossime gare il Cagliari sfiderà squadre di valore differente». Massima fiducia nel Mister, ma dopo la sosta le sfide di Salerno e quelle in casa contro Frosinone e Genoa saranno determinanti per fare delle valutazioni importanti per il prosieguo della stagione. Una stagione che potrebbe ripartire dagli applausi tributati dal pubblico a fine partita a una squadra in palese difficoltà. Un abbraccio virtuale, un momento importante che potrebbe dare nuove energie mentali ai calciatori e al tecnico

    Luca Pes

    spot_img
    spot_img

    Articoli recenti

    Sanluri, ospiti d’eccezione per il primo week-end di Sanluri Legge

    Ieri, domenica 16 giugno, si è chiuso il primo week-end dell'ottava edizione di "Sanluri...

    Rivoluzione rurale: il Laboratorio Liminal Embassy chiama i giovani a rinnovare le campagne

    L’appello è rivolto ai giovani che vogliono lasciare il segno nel mondo dello sviluppo...

    Sarule, il 15 e 16 giugno il grande evento sui formaggi dell’area GAL BMG

    Domani 15 e 16 giugno si terrà a Sarule l’evento conclusivo del progetto Filiera...

    Primavera in Marmilla, tutto pronto per il gran finale con danze, suoni e colori da Setzu

    Mancano pochi giorni all’ultimo appuntamento del 2024 con Primavera in Marmilla, la manifestazione promossa...
    spot_img

    Leggi anche

    Sanluri, ospiti d’eccezione per il primo week-end di Sanluri Legge

    Ieri, domenica 16 giugno, si è chiuso il primo week-end dell'ottava edizione di "Sanluri...

    Rivoluzione rurale: il Laboratorio Liminal Embassy chiama i giovani a rinnovare le campagne

    L’appello è rivolto ai giovani che vogliono lasciare il segno nel mondo dello sviluppo...

    Sarule, il 15 e 16 giugno il grande evento sui formaggi dell’area GAL BMG

    Domani 15 e 16 giugno si terrà a Sarule l’evento conclusivo del progetto Filiera...