spot_img
More
    HomeNewsLuvumbo eroe alla Domus

    Luvumbo eroe alla Domus

    Pubblicato il

    Una prestazione finalmente convincente. Un punto che serve ad agganciare Verona e Sassuolo e rilancia le ambizioni del Cagliari in ottica salvezza. Un pareggio importante soprattutto per il morale, perché non fare punti dopo la prestazione contro il Napoli, per dirla con Ranieri, «sarebbe stata una cosa “cattiva”».

    Il Mister del Testaccio ha dato continuità all’impiego della difesa a quattro (con la quale il Cagliari gioca meglio, lo diciamo da tempo) e ha messo in campo un Cagliari ordinato e accorto. Ha dato i suoi frutti la scelta di schierare Nandez dalle parti di Kvaratskhelia e ha funzionato anche la riproposizione del centrocampo senza Prati con Makoumbou al centro e la coppia Deiola-Jankto ai suoi lati. Sottotono, invece, Gaetano, che probabilmente ha pagato l’emozione di affrontare la “sua” squadra.

    Il Cagliari fa la partita nel corso del primo tempo. 45 minuti in quasi totale controllo durante i quali, a fronte delle molteplici sortite offensive dei padroni di casa, gli ospiti hanno una sola occasione con Raspadori. Il VAR annulla un autogol di Rrahmani per fuorigioco di Lapadula che interferisce col movimento del difensore e sul finire del tempo Luvumbo spedisce la palla fuori, a porta vuota (Meret a terra per uno scontro con Juan Jesus), con un colpo di testa. Buon per il Cagliari, peccato per il calcio italiano, ma dobbiamo constatare che lo squadrone Campione d’Italia 2022-23 si è perso per strada, e non da oggi.

    Nel secondo tempo, dopo una ghiotta occasione per Lapadula, Ranieri mescola gli ingredienti e con tre sostituzioni “apparecchia” un 4-4-1-1 con Viola alle spalle di Pavoletti. La partita scorre via in sostanziale equilibrio fino al vantaggio del Napoli. Augello (fino a quel momento autore di un’ottima prova) perde un rimpallo e favorisce l’incursione di Raspadori che ha gioco facile nel crossare al centro la palla su cui Osimhen è il più lesto a intervenire segnando di testa. Il Napoli è nel suo miglior momento e il centravanti nigeriano colpisce due volte il palo nella stessa azione prima che il guardalinee segnali il fuorigioco. Si fa male Pavoletti (distorsione alla caviglia destra da valutare nei prossimi giorni), al suo posto Petagna; il tecnico rossoblù, più ispirato rispetto alle ultime settimane, grazie al contemporaneo ingresso in campo di Oristanio, disegna un 4-2-3-1 per l’assalto finale. Dopo un’ottima prestazione, il Cagliari si perde nei minuti conclusivi e rischia di subire il secondo gol, ma la mira imprecisa di Politano e Lobotka e i guantoni di Scuffet su una conclusione di Simeone in pieno recupero tengono a galla i sardi. Era forse destino che Cagliari-Napoli, ancora una volta, dovesse risolversi in modo definitivo in pieno recupero e così è stato. Dossena che lancia dalle retrovie la palla della disperazione, Juan Jesus che commette un grave errore e Luvumbo (impalpabile per lunghi tratti della partita) che segna un gran gol sono i protagonisti di un lieto fine che regala al Cagliari un punticino da mettere in cascina pensando al difficile cammino che i rossoblù dovranno compiere da qui a fine campionato.

    L’altra nota positiva della giornata sta nel fatto che le dirette concorrenti per la salvezza hanno perso tutte, ad eccezione dell’Empoli (ormai ben lanciato, tre vittorie e tre pareggi nelle ultime sei partite) che ha sbancato il Mapei Stadium facendo piombare il Sassuolo in una crisi ancor più profonda (esonerato il tecnico Dionisi, promosso Bigica dalla Primavera). E proprio a Empoli il Cagliari (domenica 3 marzo, ore 15) dovrà cercare di conquistare altri punti che potrebbero rivelarsi decisivi per la conquista della permanenza in Serie A. Se gli uomini di Ranieri sapranno confermare quanto visto di buono contro il Napoli e una settimana fa a Udine nel secondo tempo, nessun risultato è impossibile.

    Luca Pes

    spot_img
    spot_img

    Articoli recenti

    Guspini, incidente stradale sulla SS 126: due vetture coinvolte, ci sono feriti

    Incidente stradale a Guspini sulla SS 126 nell'incrocio per Pabillonis. Due le autovetture coinvolte,...

    ForteArena, sabato “Peter Pan”. Tanta attesa per Sting e i Pooh

    Appuntamento fisso per gli amanti dei grandi show live, la Forte Arena richiama ogni...

    Mancano pochi giorni ormai: sabato 27 e domenica 28 a San Gavino Monreale arriva Trattorando

    L’evento sangavinese che proprio nel 2024 spegne le sue prime dieci candeline ha in...

    Elmas, Tonino Carotone e Tamurita in Piazza di Chiesa venerdì 26 luglio

    La splendida cornice di Piazza di Chiesa a Elmas è pronta ad accogliere uno...
    spot_img

    Leggi anche

    Guspini, incidente stradale sulla SS 126: due vetture coinvolte, ci sono feriti

    Incidente stradale a Guspini sulla SS 126 nell'incrocio per Pabillonis. Due le autovetture coinvolte,...

    ForteArena, sabato “Peter Pan”. Tanta attesa per Sting e i Pooh

    Appuntamento fisso per gli amanti dei grandi show live, la Forte Arena richiama ogni...

    Mancano pochi giorni ormai: sabato 27 e domenica 28 a San Gavino Monreale arriva Trattorando

    L’evento sangavinese che proprio nel 2024 spegne le sue prime dieci candeline ha in...