More
    HomeNewsCarattere e super-Petagna: Bologna ribaltato e il Cagliari va

    Carattere e super-Petagna: Bologna ribaltato e il Cagliari va

    Pubblicato il

    Un anno dopo, è ancora la partita di Claudio Ranieri. A 365 giorni dall’esordio bis sulla panchina rossoblù (2-0 casalingo col Como) Sir Claudio sale nuovamente, per l’ennesima volta in cattedra, col suo Cagliari rimonta il Bologna dell’ottimo Thiago Motta e tira momentaneamente fuori i suoi uomini dalle sabbie mobili della zona caldissima della classifica.

    In una partita in qualche modo “falsata” dalle assenze (ai rossoblù di casa mancano Luvumbo, Oristanio, Lapadula, Mancosu e Shomurodov, agli ospiti Ndoye, Saelemaekers e soprattutto Zirkzee), il tecnico romano parte con una difesa a quattro, schierando Wieteska al posto di Goldaniga non al meglio, e fa di necessità virtù affiancando Nandez a Viola sulla trequarti. Poco oltre il quarto d’ora di gioco il Mister si rende conto che qualcosa non va e decide di spostare Nandez sulla fascia destra e di accentrare Zappa come braccetto di destra di una retroguardia a tre che, in fase difensiva, si trasforma in una linea a cinque. È questa una delle chiavi di un match in cui il Cagliari si difende, soffre, riparte e porta a casa il massimo della posta in gioco in un momento molto delicato della stagione.

    Il buongiorno si vede dal mattino, visto che nonostante una netta supremazia territoriale del Bologna il primo sussulto della partita lo provoca Viola che prova a segnare un eurogol da metà campo ma trova soltanto la parte esterna della rete oltre la traversa. La gran mole di gioco prodotta dal Bologna si concretizza in ogni caso al 24’ quando Orsolini, lanciato da Posch, salta senza difficoltà Augello, sterza verso l’area (i dubbi che la palla fosse uscita vengono fugati dal VAR) e mette alle spalle di Scuffet con un leggero scavetto. A questo punto il Cagliari potrebbe crollare, disunirsi, soccombere, invece reagisce e poco oltre la mezz’ora Petagna, dopo un bel lancio di Dossena, supera Skorupski in uscita e mette a segno il primo gol della fin qui poco fortunata esperienza in rossoblù.

    Durante l’intervallo Ranieri prosegue la sequenza di scelte felici di questa giornata lasciando negli spogliatoi Augello, il peggiore tra i padroni di casa, superato in velocità da Orsolini più e più volte nel corso del primo tempo, e inserendo al suo posto Azzi. Certo, il Cagliari non brilla e non propone spettacolo. D’altronde l’avversario occupa la sesta piazza del torneo con pieno merito e la differenza tra le due squadre in alcuni frangenti di gara è evidente. Ma dopo il gol del pari gli uomini di Ranieri giocano spesso allo stesso livello degli avversari, alzano il baricentro, pressano e credono maggiormente di poter fare il colpaccio. Il punto di svolta del match arriva al 69’ quando su calcio d’angolo, dopo un rinvio a campanile di un difensore emiliano, Wieteska stoppa in modo delizioso la sfera, la mette al centro e Calafiori con un tocco maldestro trafigge per la seconda volta il suo portiere. A questo punto mancano ancora 20 minuti più recupero e il Cagliari inizia a soffrire parecchio. Ma grazie a una gran prova di carattere, al solido assetto difensivo schierato da Ranieri e a un pizzico di buona sorte, i ripetuti assalti del Bologna vengono arginati o respinti. Fino al fischio finale che fa esplodere la Domus.

    Da elogiare la straordinaria prova di Petagna, un vero e proprio carro armato, che si ripete dopo la buona prestazione di Lecce caratterizzata da tanto lavoro sporco; in questa circostanza, il numero 32 si ritrova da solo là davanti, combatte e trova pure il gol. Grande partita anche da parte di Nandez che dopo la variazione tattica si ritrova a fare l’esterno destro a tutta fascia e mette in campo grinta e carattere, proprio nella settimana caratterizzata dal malumore manifestato dalla tifoseria riguardo il mancato rinnovo del contratto (è probabile che vada via a zero). Bene (finalmente, viene da dire) anche Wieteska, regista difensivo che offre una prova di grande concentrazione, senza dimenticare il bel gesto tecnico in occasione del 2-1. Ottimo Sulemana, il migliore della mediana a tre, che offre una prestazione di grande quantità.

    Voto alto, ovviamente, per Mister Ranieri, che legge bene la partita e apporta le correzioni giuste al proprio schieramento (vedi passaggio al 3-5-2) senza pescare dalla panchina, se non nei minuti finali, più che altro per spezzare il ritmo del Bologna. Le critiche piovute nelle ultime settimane riguardo una quantomeno strana gestione dei cambi, oggi sono un ricordo lontano. D’altronde, vincere aiuta. Il Mister però non vuol sentir parlare di una vittoria di Ranieri: «Questa è la vittoria della squadra e del pubblico. Io faccio solo l’allenatore, devo prendermi delle responsabilità e cerco di sbagliare meno possibile».


    Il campionato è ancora lungo e, come dice il Mister, si dovrà sbagliare poco o nulla. La prima occasione da non fallire, possibilmente portando a casa l’intera posta in palio, sarà domenica, alle 12:30, quando il Cagliari se la vedrà col Frosinone in terra ciociara. La gara d’andata, giocata alla stessa ora, evoca dolci ricordi. E anche leggere la classifica, in questo momento, ha un sapore meno amaro. Il Cagliari è vivo e lotterà fino all’ultima giornata.

    Luca Pes

    spot_img
    spot_img

    Articoli recenti

    Il team Tarantini si distingue ai Campionati italiani di Muay Thai

    Nella cornice del Palatorrino di Roma, si sono conclusi con grande successo i Campionati italiani di...

    Luvumbo eroe alla Domus

    Una prestazione finalmente convincente. Un punto che serve ad agganciare Verona e Sassuolo e...

    È più serio dare una notizia appena la si ha, oppure aspettare il permesso della Regione?

    All'indomani della vittoria di Alessandra Todde, che ha conquistato la poltrona da Presidente della...

    Alessandra Todde è il nuovo Presidente della Regione Sardegna

    È Alessandra Todde il nuovo Presidente della Regione Sardegna. Non c'è bisogno di attendere...
    spot_img

    Leggi anche

    Il team Tarantini si distingue ai Campionati italiani di Muay Thai

    Nella cornice del Palatorrino di Roma, si sono conclusi con grande successo i Campionati italiani di...

    Luvumbo eroe alla Domus

    Una prestazione finalmente convincente. Un punto che serve ad agganciare Verona e Sassuolo e...

    È più serio dare una notizia appena la si ha, oppure aspettare il permesso della Regione?

    All'indomani della vittoria di Alessandra Todde, che ha conquistato la poltrona da Presidente della...